Senza categoria

La favola della nonna di Rocco (parte terza)

Sorrise. Si sedette sulla suo divano, proprio accanto alla poltrona Dove lui sedeva in attesa, ed iniziò la sua risposta. Lui già sapeva che stava per ascoltare una leggenda, una verità, una risposta che l’avrebbe affascinato e fatto diventare un attimo più grande.

“Sai piccolo mio, a dire la verità i bambini non muoiono nella pancia della loro mamma. Quei bambini sono speciali, preziosi, importanti per il mondo. Il loro valore è talmente grande, la loro vita così sacra, il loro profumo buono così forte da arrivare fino a lassù, in cielo, talmente in alto da arrivare a Dio. Quando Dio se ne accorge, capisce subito che quei bambini sono speciali; capisce subito che quei bambini sono così speciali da non poter essere lasciati ad una mamma sola, ad un papà solo, ad una famiglia sola. Allora Dio fa iniziare a quei bambini dei lunghi viaggi in giro per il mondo. Li fa uscire dalla pancia in cui stanno crescendo per farli entrare nella vita di tante mamme, tanti papà, tante famiglie. Quei bambini viaggiano, in giro per il mondo, per entrare nelle vite di tante donne, tanti uomini e tanti altri bambini per renderli felici, per regalare a loro sorrisi, abbracci e sogni che altrimenti non avrebbero mai. Certo, le mamme dalla cui pancia Dio fa partire quei bambini per questi lunghi viaggi, ne soffrono. Anche i papà che aspettano la loro venuta al mondo ne soffrono. Ma non li perdono per sempre; loro sono genitori di bambini così speciali da essere chiamati a girare il mondo per portare felicità. Chiamati da Dio in persona. Tu sai che Dio è buono vero? Dio è buono e fa tornare quei bambini nella vita delle loro mamme e dei loro papà. Devono solo stare attenti, aspettare con pazienza, cercare negli occhi delle persone che incontrano nella vita, nel mondo. Se saranno capaci di aspettare, cercare, guardare negli occhi i bambini che incontreranno sul loro cammino, un giorno li riconosceranno. Per fare questo dovranno davvero guardare negli occhi i bambini che la vita gli farà incontrare, cercare di vederne l’anima, rispettarne i colori, i sogni, le speranze, i pianti ed i sorrisi. Dovranno davvero guardarli negli occhi. Un giorno, incontrando un paio di occhi, capiranno che sono i suoi. Capiranno che lui è tornato. Capiranno che nel suo viaggio a cui è stato destinato da Dio, è arrivato il momento di tornare dalle persone che, a quel viaggio, hanno dato inizio, forma, vita. Capiranno che è tornato da loro per donare quei sorrisi, quegli abbracci, quei momenti di felicità che, da essere speciale quale Dio ha stabilito, regala in giro per il mondo. In questo giro, presto o tardi, tornano sempre anche dalla mamma che lo custodiva nella sua pancia e dal suo papà che lo aspettava proprio vicino a quella pancia. Loro tornano sempre, basta stare attenti, guardare negli occhi tutti i bambini e rispondere ai loro sorrisi. Ogni mamma lo riconoscerà in un paio di occhi ed in un sorriso. Ogni papà lo riconoscerà in un paio di occhi ed in un sorriso. Hai capito piccolo mio? I bambini non muoiono nella pancia della loro mamma. Viaggiano per il mondo: ma alla fine tornano sempre dalla loro mamma e dal loro papà. Sempre.”

Aveva ascoltato tutto. La bocca aperta. Lui amava quella donna. Lui le credeva sempre. Aveva appena sentito la risposta più importante della sua vita. La risposta più seria che avesse mai sentito. Aveva sentito la voce della sua nonna tremare durante il racconto. Questo era un segno di verità. Quando alla nonna tremava la voce la verità era sicura. Aveva ascoltato e già non era più nella stanza con i suoi pensieri: vagava per il mondo, si chiedeva se uno di quei bambini potesse essere uno dei suoi amici, uno di quelli incontrati per strada, lui stesso. La sua mente viaggiava, sapendo che il porto sicuro a cui tornare era proprio lei, la sua amata nonna.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...